© 2018 - AIAF Formazione e Cultura Srl | C.F.e P.I.: 10352760150 | REA MI n. 1365579 | capitale sociale € 10.200 i.v.| credits | privacy

STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI: PRINCIPI DI PRICING E MODALITÀ DI UTILIZZO

9-10 ottobre        Scarica Depliant

27-28 novembre  Scarica Depliant

Quota: 1100,00€

Quota Socio: 880,00€

Meeting the Staff
 

OBIETTIVI

Il Corso si propone di approfondire la conoscenza degli strumenti finanziari derivati sia sotto il profilo dell’analisi delle principali componenti del valore (pricing), sia sotto il profilo dell’utilizzo nelle strategie di gestione dei rischi finanziari.
Il Corso propone inoltre una disamina del quadro normativo di riferimento fino alla sua attuale evoluzione.

DESTINATARI

Il Corso si rivolge a tutti gli utilizzatori finali degli strumenti finanziari derivati a CFO, Tesorieri, direttori amministrativi e finanziari, ovvero a consulenti finanziari e commercialisti nel loro ruolo di supporto alle figure indicate.
Gli argomenti trattati ed il livello di approfondimento consentono, infatti,  di:
1. comprendere le dinamiche   e le variabili che concorrono alla formazione del valore dei derivati;
2. padroneggiarne le diverse strategie di impiego degli strumenti derivati;
3. valutarne i profili normativi / contabili come ad esempio il potenziale impatto delle variazioni di fair value nel conto economico e la opportunità di adottare regole di hedge accounting.

PROGRAMMA

Strumenti Finanziari Derivati

- Quadro normativo di riferimento

- Definizione e principali tipologie

- Elementi essenziali alla definizione del pricing per derivati su tassi d’interesse, cambi e materie prime:

* il prezzo a pronti (sottostante)

* la relazione tra prezzo spot e prezzo a termine (curva dei tassi d’interesse)

* la volatilità

· Derivati “lineari” su cambi, tassi e materie prime

- Funzionamento e pricing di:

* futures 

* forward 

* forward rate agreement

* swaps

· Derivati di tipo opzionale 

- Definizione del valore dell’opzione:

* valore intrinseco

* valore temporale

- Gestione del rischio, coefficienti di sensibilità (delta, gamma, vega e teta)

- Esempi di opzioni su cambi, tassi e materie prime

· Strategie di utilizzo degli strumenti derivati

- Direzionali

- Basate sulla volatilità

- Di copertura (hedging)

- Di yield enhancement

· La contabilizzazione dei derivati

- Le regole IFRS e Italian GAAP

- Elementi di hedge accounting